Percorsi residenziali per l'Azzardopatia a Verona

Il gioco d'azzardo sta diventando un problema?
Un progetto innovativo per aiutarti a dire basta!

Giokai

Vinciamo insieme il gioco d'azzardo patologico

Pensato e sviluppato in collaborazione tra la Cooperativa GAV e l'Associazione Indipendenze di Verona, il progetto ha come obiettivo la cura e il trattamento della dipendenza da gioco d’azzardo, chiamata comunemente ludopatia o gioco compulsivo. Giokai esiste grazie al contributo dell'ULSS 9 scaligera e si sviluppa in SINERGIA con le altre iniziative e realtà del territorio che si occupano di questo problema. Giokai punta all'innovazione del trattamento.
Un processo di guarigione che passa dalla valutazione approfondita del giocatore attraverso un lavoro sia in gruppo che individuale e che prevede percorsi terapeutici residenziali studiati per il gioco d’azzardo.

Chi siamo

Da una parte il team dell’Associazione Indipendenze, un gruppo di psicologi e psicoterapeuti che collaborano con psichiatri, educatori e neuropsicologi specializzati sul tema delle dipendenze.
E dall’altra la Cooperativa GAV che nasce per accogliere le persone emarginate offrendo loro attività di accoglienza e assistenza.

Metodi innovativi nel trattamento del gioco d'azzardo

Il modello di lavoro per dipendenza da gioco d’azzardo di Indipendenze deriva dall’unione e combinazione di più approcci ed è frutto di anni di lavoro clinico con le dipendenze patologiche, soprattutto comportamentali. Alla rigorosa esperienza uniamo una viva curiosità per creare percorsi di cura avanzati e innovativi.

Il metodo applicato al gioco d’azzardo ha una modalità di intervento in più fasi e a più livelli:

I nostri percorsi residenziali

Immersa nella vasta e serena operosità della campagna di Oppeano, si trova la struttura residenziale di Giokai, parte fondante del progetto . I percorsi brevi (9 giorni compresi due weekend) rappresentano uno sviluppo delle settimane intensive elaborate da tempo dall’Associazione Indipendenze come proposta di prevenzione delle ricadute.

All’interno del progetto prendono la forma di un percorso residenziale brevissimo per giocatori in fase iniziale (come primo passo di un percorso di cura, con finalità di osservazione diagnostica in situazione di contenimento full time del sintomo), oppure già in trattamento (come intervento motivazionale di rinforzo all’intervento terapeutico già in atto o in seguito a ricaduta).

I percorsi sono aperti a 6 persone alla volta che, insieme agli operatori, si ritrovano per muoversi insieme in un luogo nuovo, lontano dalla propria abituale quotidianità, immersi in nuove esperienze di relazione e di introspezione. La distanza dalla propria città di residenza e dalla propria rete familiare e sociale, la collocazione della struttura ospitante in un luogo immerso nella natura, facilitano la possibilità di osservare la propria storia da una nuova prospettiva, distaccarsene e riconoscerla.

Il Neurofeedback

nel trattamento della dipendenza da gioco d'azzardo

Con il neurofeedback si visualizza in tempo reale, sul monitor di un computer, la propria attività cerebrale. Lo strumento consente di insegnare al proprio cervello a rieducare se stesso, fino a raggiungere volontariamente gli obiettivi desiderati (ad esempio la capacità di concentrazione, di rilassamento, la gestione degli stati ansiosi o la regolazione delle emozioni).

Per superare le insidie dell’astinenza da gioco d’azzardo, per rimanere costantemente motivati e gestire il rischio di ricadute, è necessario allenarsi a farlo ed il neurofeedback rappresenta un ottimo allenamento. Inoltre il neurofeedback non presenta effetti collaterali e non è invasivo.

Percorsi individuali
Percorsi in gruppo e residenziali brevi
Metodi innovativi
Sostegno ai familiari

A chi è rivolto il progetto

I servizi del progetto Giokai sono rivolti a chi ha un problema con il gioco d’azzardo di qualunque tipo (online, sale slot, gratta e vinci ecc..) e ai loro familiari. A chi risiede nel territorio dell’ULSS 9.

Dove ci puoi trovare

Il progetto si estende sul territorio dell’ULSS 9 di Verona. Le nostre sedi sono:
  • Associazione Indipendenze in Via Antonio Pacinotti 9 a Verona – Telefono: +39 371 3230683
  • Fondazione GAV in Via Lino Lovo 31 a Oppeano (anche sede dei percorsi residenziali) – Telefono: +39 045 8343217

 

Per parlare con noi:

Associazione Indipendenze: tel. 371 3230683

Cooperativa GAV: tel: 045 8343217

Oppure scrivi un’email a info@giokai.it

 

Uscire dalla dipendenza da gioco d'azzardo è possibile e noi possiamo aiutarti

Contattaci per maggiori informazioni